Tra i licheni fruticosi  (sono quelli che hanno un portamento cespuglioso del tallo, che nel caso di licheni epifiti pende dai rami degli alberi), che crescono nei boschi alpini uno dei più curiosi è senz’altro l’Usnea SP. Ha un colore verdastro tendente a volte al giallo, ma l’identificazione specifica è ancora problematica.

In Europa vi sono varie specie di Usnea, ma la distribuzioine di questo genere in Italia non è ancora del tutto conosciuta. A prescindere da questo dato, l’Usnea incuriosisce perchè è naturalmente ricca di un acido, chiamato appunto acido usnico, che viene utilizzato ampiamente nei campi della medicina e della cosmesi.

Usnea SP ( specie del genere Usnea) è un pallido lichene che si trova in Europa, Asia e  Nord America. Di solito lo troviamo in foreste mature su substrato acido dove cresce sugli alberi più vecchi. Conosciuto anche come barba licheni, la barba vecchio, muschio di quercia o di muschio albero, cresce in lunghi ciuffi grigiastri appesi rami.

Come tutti i licheni, Usnea SP è una simbiosi tra un di fungo e un’alga. Come detto in precedenza, è la presenza di alghe che rende possibile la fotosintesi per i  licheni.

Per migliaia di anni Usnea barbata è stata usata come una medicina tradizionale a base di erbe. Gli antichi egizi, greci, cinesi e indiani utilizzavano questo lichene per le sue proprietà medicinali, antifungine, antibiotiche e conservanti.

L’usnea  viene utilizzata oggi internamente per bronchiti, infezioni respiratorie, infezioni del tratto urinario, raffreddori e sintomi influenzali e per il trattamento di problemi intestinali. C’è chi sostiene la sua efficacia come trattamento per malattie più serie, ma attualmente non sembra vi sia alcuna prova medica confermata.

Esternamente, è usata per lenire ferite e ematomi. Usnea barbata è nota  come  agente antifungino, e può essere utilizzata per il così detto piede d’atleta e altre infezioni fungine. I licheni ben lavati e ridotti in polvere, possono essere applicati direttamente sulla pelle o sulla ferita. Sembra che l’Usnea sia anche stata utilizzata per la produzione di pastiglie e collutorio.


Preciso che il genere Usnea è ancora parzialmente sconosciuto dagli studiosi  e che molti dati andrebbero confermati o revisionati.

Articolo postato da: Happy Owl Tracks

 

 

Annunci